Elettromiografia


A che cosa serve l’elettromiografia?
L’Elettromiografia serve a valutare la funzionalità dei muscoli (mentre la elettroneuronografia misura la velocità di conduzione dei nervi).
L’esame rappresenta un completamento dell’esame clinico del paziente. È utile per diagnosticare e precisare al meglio quadri patologici a carico del sistema nervoso periferico. In aggiunta può fornire indicazioni anche su alcune patologie del sistema nervoso centrale. Lo scopo è quello di localizzare la lesione, fornire informazioni sul processo patologico sottostante, valutare la gravità e l’andamento temporale della patologia.
Questo esame serve anche per lo studio reflessologico del tronco encefalico.
Come si svolge l’elettromiografia?
L’Elettromiografia viene eseguita dal medico neurologo e neurofisiologo con l’ausilio del tecnico di neurofisiologia.
Nel muscolo che deve essere esaminato viene inserito un elettrodo ad ago sterile monouso necessario a registrare l'attività elettrica a riposo durante la contrazione muscolare. Sarà il medico a richiedere alla persona che si sottopone all’esame i movimenti necessari al rilevamento dell’attività.
È possibile che, finito l’esame, si avverta un leggero indolenzimento dei muscoli esaminati con l'ago-elettrodo ma che svanirà entro breve tempo.

In vista dell'esecuzione dell’elettromiografia, si raccomanda di non applicare sulla pelle creme, oli o lozioni che possano ostacolare la rilevazione delle correnti elettriche.

 



NEWS

RADIOFREQUENZA OPEN DAY

Potrai prevenire e migliorare inestetismi come:
Rughe
Peli superflui
Macchie della pelle
Ritenzione idrica

RADIOFREQUENZA OPEN DAY

Potrai prevenire e migliorare inestetismi come:
Rughe
Peli superflui
Macchie della pelle
Ritenzione idrica